Cuccioli e animali feriti salvati

An

Grazie ai nostri sostenitori, centinaia di cani randagi sono stati nutriti nei mesi di novembre e dicembre e 14 gatti randagi feriti e 18 cani randagi feriti in Cisgiordania hanno ricevuto cure mediche. Purtroppo, due cani e un gatto erano in condizioni così brutte che non ce l’hanno fatta. È una magra consolazione che siano morti in un ambiente premuroso.

Buone notizie!

Fortunatamente, ci sono anche buone notizie. Diana del Bethlehem Shelter è riuscita a trasferire gli animali gravemente feriti in Israele, dove hanno strutture migliori per curare gli animali. Come il cane nel video qui sotto (se cliccate sulla foto il video inizia), è stato per strada per tre giorni con due ossa rotte. Il veterinario di Diana lo ha curato a Betlemme e ora è stato trasferito in un ospedale per animali in Israele, dove è in buone mani.

Aiuto per i cuccioli
Poiché il governo non sterilizza gli animali randagi, ci sono molti cuccioli. Grazie al tuo supporto ad Animal Heroes, Diana può salvare molti di loro, come i cuccioli qui sotto:

Il cucciolo in basso a destra è stato trovato in una grotta tra spazzatura, topi e pulci. La sua spalla era lussata e ha dovuto rimanere dal veterinario per due giorni. Ora è nel rifugio e sta bene. Ha solo bisogno di un po’ di riposo. Tutti gli altri cuccioli sono stati adottati in Israele.

La situazione è ancora estremamente difficile

Grazie ai nostri donatori, Diana può ancora nutrire e prendersi cura degli animali randagi ogni giorno, ma non sarà per molto. Oltre alle precedenti donazioni dell’anno scorso/a dicembre da parte di Animal Heroes e della nostra organizzazione partner finlandese, da gennaio sono stati ricevuti solo 300 euro di donazioni per aiutare questi animali. Diana lavora dalle 6 del mattino a mezzanotte per prendersi cura degli animali, ma può continuare a farlo solo con un sostegno finanziario per cibo, medicine e trasporti.

UN ANNO DI SUPPORTO PER DIANA

Siamo in contatto quotidiano con Diana e sperimentiamo quanto sia disperata la situazione. Così abbiamo deciso di continuare a sostenere il rifugio di Diana per un anno. Ora è quindi possibile donare 12 volte al mese per il lavoro di Diana, dopodiché si interromperà automaticamente. Naturalmente sono ancora possibili donazioni una tantum.

Trasferiamo il 100% di tutte le donazioni a questa causa (meno le spese bancarie) direttamente a Diana.

Guarda la nostra intervista a Diana Babisch dalla Cisgiordania:

Come possiamo aiutarti?